Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

La “Giornata nazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” (istituita nel 1997), é celebrata ogni anno il 20 novembre in coincidenza con la data in cui, nel 1989, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite firmava la “Convenzione sui diritti del fanciullo”.

La “Giornata” – inaugurata presso la Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio – è stata l’occasione per riflettere sul livello di tutela dei diritti dei fanciulli nel nostro Paese e sulle iniziative che le istituzioni devono assumere e stimolare per rafforzarla.

Il tema di quest’anno è stato: “Crescere insieme: l’accoglienza e l’integrazione dei minori stranieri in Italia”.

Hanno introdotto i lavori, con brevi indirizzi di saluto, il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, il Vice Presidente del Senato, Vannino Chiti, il Presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia, Alessandra Mussolini, e le senatrici Anna Serafini e Laura Allegroni, membri della Commissione parlamentare per l’infanzia.

Ha preso infine la parola il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi sottolineando che tra i doveri di chi governa c’è prima di tutto quello di tutelare i diritti dei minori ai quali va assicurato un futuro di benessere spirituale e materiale, attuando azioni di prevenzione e repressione delle violazioni dei diritti.

Su questo tema il Ministro per le pari opportunità, Maria Rosaria Carfagna, ha presentato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, il disegno di legge, approvato dal Consiglio dei ministri il 19 novembre 2008, che istituisce la figura del Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, già esistente in molti Paesi europei, che ha il compito di dare attuazione alla Convenzione di New York sui diritti del fanciullo (1989), e può svolgere altresì attività di sensibilizzazione, diffusione e promozione della tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il disegno di legge istituisce inoltre il numero telefonico gratuito d’emergenza 114 per segnalare violazioni dei diritti dei minori.

Alla cerimonia si sono affiancate su tutto il territorio nazionale, promosse da Regioni, Province, Comuni, scuole e terzo settore, ulteriori iniziative che hanno coinvolto soggetti diversi nell’allestimento di manifestazioni, seminari, incontri, e di numerosi altri eventi dedicati ai bambini, considerati non più solo come “oggetti di tutela”, ma anche – e a pieno titolo – come “soggetti di diritti”.

(20 Novembre 2010)

One Response to "Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PageLines