L’esercizio durante la gravidanza fa bene a mamma e bambino

images1.jpgQuando si è in gravidanza si può aver timore di fare qualcosa che possa danneggiare il feto o provocare un aborto spontaneo.

Tra i vari dubbi c’è per esempio quello di poter svolgere o no dell’attività fisica o esercizi ginnici, in particolare verso il termine della gravidanza quando vi siano anche difficoltà a causa della grandezza della pancia.

Ora, contrariamente a quanto creduto, gli esperti suggeriscono che non solo si può fare esercizio fisico fino alla fine della gestazione, ma che questo fa bene sia alla mamma che al nascituro.

Lo studio è stato condotto in team dagli scienziati del Polytechnic University-Madrid (PU-M) in Spagna e dagli scienziati svedesi del Karolinska Institutet che fanno notare come vi sia una relazione positiva tra il peso di una madre che conduceva una vita sedentaria prima della gravidanza e le dimensioni del corpo dei loro bambini.
Per stabilire una relazione tra l’esercizio fisico durante la gravidanza e la salute di mamma e nascituro, i ricercatori hanno reclutato 160 donne sane incinte che svolgevano una vita sedentaria e di età compresa tra i 25 e i 35 anni. Tutte le partecipanti non correvano rischio di parto prematuro.

Suddivise in due gruppi, la metà ha seguito un regime di esercizio, sotto la supervisione di esperti fisiologi in collaborazione con l’unità di ginecologia ed ostetricia dell’ospedale Severo Ochoa a Madrid. L’altra metà non ha fatto nulla, in quanto gruppo di controllo.
Durante il periodo è stato analizzato l’effetto del programma di formazione seguito nel corso del secondo e terzo trimestre di gravidanza, sulla base del peso e delle dimensioni del feto.
Allo stesso modo sono stati misurati il peso pre-gravidanza della madre, la dimensione del feto e se fosse stato sviluppato il diabete durante la gestazione di tutte le 160 donne.

Dai dati rilevati è emerso che le madri appartenenti al gruppo di controllo e che hanno continuato a condurre una vita sedentaria, avevano una decisa influenza sul peso alla nascita del bambino. Nel particolare si è scoperto che queste madri partorivano neonati più pesanti che con un peso eccessivo – in genere oltre i 4 kg – sono più a rischio di sviluppare diabete e alcuni tipi di tumore, come gli adulti, oltre a complicanze che possono verificarsi alla nascita.
Questo collegamento non è stato trovato nelle madri che avevano seguito il programma di esercizio fisico.

A commento dei risultati il dr. Jonatan R. Ruiz del Karolinska Institutet ha detto che «un regime di esercizio svolto durante il secondo e terzo trimestre di gravidanza non nuoce alla salute del feto».

(28 Novembre 2009)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PageLines