News dalla Rete

Bimba annega nella fontana dell’hotel

images5.jpgUna bambina milanese di diciotto mesi è morta annegata dopo essere caduta nella fontana di un albergo di Spotorno (Savona), nella tarda serata di Venerdì 24 Luglio.

La bimba, dopo essere rimasta per parecchi minuti sott’acqua, era stata ricoverata in prognosi riservata nell’ospedale San Paolo di Savona.

L’allarme è stato dato dopo le 23 di ieri sera. I genitori della piccola erano giunti poco prima in Riviera da Milano per le vacanze ed avevano preso alloggio nell’albergo ‘Il Melograno’. Mentre cenavano, la bimba si è allontanata a giocare con altri piccoli nel giardino attiguo alla zona ristorante. Non vedendola ritornare, i genitori l’hanno chiamata e si sono messi a cercarla disperati con l’aiuto del personale dell’albergo e poi anche dei carabinieri.

E’ stato un dipendente dell’albergo a trovarla, a faccia in giù nell’acqua bassa della fontana nel giardino dell’hotel. Sono accorse sul posto un’autoambulanza ed un’automedica. La bambina non dava segni di vita; i soccorritori le hanno praticato la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco e infine l’hanno intubata e ricoverata con prognosi riservata, ma poi non ce l’ha fatta.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri della compagnia di Savona, che hanno contribuito alle ricerche della bimba anche all’esterno dell’albergo, non sono emerse al momento responsabilità da parte di altre persone.

Si ripropone drammaticamente l’urgenza di adottare anche in Italia, così come succede in altre nazioni (leggi qui nostro articolo sull’argomento) misure cautelative – imposte per legge – per garantire una sicurezza di ‘primo impatto’ ai bimbi che sfuggono allo sguardo dei genitori. Parliamo di recinzioni intorno a piscine e fontane dai bordi bassi presenti nei luoghi pubblici che, come dimostrano i recenti fatti di cronaca, sono sempre più spesso fonte di pericolo e purtroppo di morte per i più piccoli.

(25 Luglio 2009)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.