News dalla Rete

Il neonato che cambia rapidamente di peso sarà obeso da grande

images.jpgLo avevano suggerito già qualche tempo fa i ricercatori americani: il neonato che è soggetto a rapidi cambiamenti di peso durante i primi sei mesi di vita è un possibile obeso già a partire dai 3 anni d’età.

Oggi, un nuovo studio pare confermare questa ipotesi. La ricerca è stata condotta dal Dipartimento di Prevenzione e Cura presso l’Harvard Medical School in collaborazione con il Pilgrim Health Care e il Children’s Hospital di Boston.

“Vi sono sempre più prove che i rapidi cambiamenti di peso durante l’infanzia facciano aumentare il rischio di sviluppare l’obesità più tardi”, spiega Elsie Taveras autore dello studio, assistente professore nel Dipartimento di HMS Ambulatorio Cura e prevenzione e co-direttore della Clinica One Step Ahead  – un programma pediatrico di prevenzione al sovrappeso del Children’s Hospital di Boston -. L’infanzia è un periodo critico durante il quale è possibile poter prevenire l’obesità infantile e le relative conseguenze, aggiungono gli esperti.

Per giungere alle loro conclusioni, i ricercatori hanno esaminato in che modo il peso e la lunghezza del corpo – o il peso per la lunghezza – durante l’infanzia possono influenzare successivamente l’obesità. I dati sono stati acquisiti da studi effettuati su più di 2.000 donne in gravidanza e i relativi figli. Da questo gruppo sono state isolate 559 madri con neonati di cui sono stati tenuti sotto controllo le modificazioni di peso dalla nascita fino ai 3 anni d’età. I dati ottenuti hanno mostrato un collegamento tra i rapidi cambiamenti di peso e il modo in cui i bambini hanno, o meno, preso peso con la possibilità di sviluppare l’obesità in futuro.

(1 Aprile 2009)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.