News dalla Rete

Servizi per i più piccoli anche in Aeroporto. Anche in Italia?

Le vacanze sono al via, i grandi esodi soprattutto sono alle porte: il problema è solo arrivarci.

Specialmente se si viaggia con piccoli al seguito: perché tra ritardi ed imprevisti, raggiungere la meta delle agognate ferie può diventare davvero faticoso, se oltre a controllare bagagli, biglietti e passaporti si devono accudire ed intrattenere anche i bambini. Aereo, macchina, treno o traghetto: ogni opzione di viaggio presenta le sue insidie, più facilmente superabili se ci si organizza per tempo e si conoscono i servizi offerti.

Il volo, ad esempio, permette di accorciare notevolmente i tempi degli spostamenti, che è sicuramente un vantaggio, ma un recente sondaggio di skyscanner.it – il portale per la ricerca di voli low cost – fotografa così la percezione del viaggiatore con figli: la maggioranza degli interpellati è convinta che in quanto ad assistenza alle famiglie, i servizi in aeroporto potrebbero senz’altro migliorare, contribuendo ad evitare malumori e stress, proprio ad inizio vacanza. Il 73 per cento degli oltre mille intervistati ha ammesso che la mancanza di strutture ha causato stress, incidendo sulla qualità complessiva della vacanza.

A volte ad essere carenti, dicono i viaggiatori, sono servizi chiave, a partire dai fasciatoi; altre, elementi meno essenziali ma certamente in grado di rendere meno dura una lunga pausa: giochi, aree attrezzate, sale dedicate per intrattenere i più piccoli.

Più della metà di chi si sposta con bimbi gradirebbe, secondo i dati raccolti da Skyscanner, aree gioco in aeroporto, non così rare negli scali esteri, generalmente più attenti a questo aspetto. O zone di “decompressione” dedicate, con tv o cinema a disposizione per intrattenere i più piccoli, mentre qualcuno, più vecchio stile, si troverebbe volentieri a disposizione un servizio di narrazione. In ordine di popolarità, in cima ai desiderata ci sono le aree di gioco gonfiabili, seguite da tv e cinema e da aree di gioco adatte ai piccoli minori di 5 anni, i più sensibili ed irritabili in caso di soste forzate.

Le lunghe soste sono difficili ovunque, ma in alcuni scali internanionali i servizi ad hoc per i bambini sono all’ordine del giorno, come testimoniano blog e siti specializzati in consigli per famiglie in viaggio: dalle meraviglie del plurisegnalato Schipol, ad Amsterdam – con zone riservate al cambio e all’assistenza dei neonati e area “foresta” per bambini – alla piscina e area cinema per famiglie dell’aeroporto Changi di Shangai, ai passeggini a disposizione nell’area arrivi a Dubai.

Gli scali londinesi di Heathrow e Gatwick hanno un’apposita sezione sul sito, che illustra i servizi a misura di bambino nei vari terminal, e lo stesso succede per gli aeroporti di Orly e Charles de Gaulle, in Francia con l’elenco online dei bagni con fasciatoi e quelli con a disposizione una serie di prodotti per l’igiene e comfort dei neonati.

Qualcosa si muove anche da noi. All’aeroporto Leonardo da Vinci, a Roma Fiumicino, ci sono tre nursery, con lettini, fasciatoi e bagni: al satellite, al molo D e al molo H, verso i transiti internazionali, ma vengono aperte solo a chiamata del passeggero, che deve farne richiesta. Al molo H c’è un’area gioco sempre aperta e al terminal 5 una sala amica sempre a disposizione dei passeggeri. Nel Terminal 1 anche Alitalia ha allestito una “sala amica”. Per bambini che abbiano difficoltà motorie, Adr assistance mette a disposizione mezzi elettrici per accompagnarli anche fino all’altezza della cabina dell’aereo, se è necessario. A Ciampino (Pastine), ci sono due postazioni nursery, alle partenze e agli arrivi e fasciatoi nelle toilettes della zona extra Schengen. Negli scali romani ci sono parcheggi “rosa” per neomamme, donne in attesa e donne in viaggio. A Malpensa e Linate, vicino a Milano, sono stati allestiti dei “baby pit stop”, nuove nursery per mamme e bambini, presso la “sala amica”, con poltrone per l’allattamento e fasciatoi. E in caso di emergenza – neve o magari di nube vulcanica – viene distribuito alle mamme un kit di assistenza con pannolini, latte e salviettine.

(11 Luglio 2011)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.